benvenuti

Buongiorno e benvenuti a chi passa a visitarmi...
in questo blog troverete di tutto un pò (dei miei passatempi e delle mie piccole passioni quotidiane) lavoretti e creazioni varie, idee regalo, qualche istruzione, tanto uncinetto, un pò di maglia, prove di cucito, e poi borse borsette e borsellini, centri centrini e centroni, calzette e calzotte, sciarpe e sciarpone, scaldapolsi e scaldagola, collane ciondoli e bracciali, accessori diversi e tanto altro, tutto coloratissimo e fatto con Passione Amore e Fantasia ma soprattutto fatto a mano artigianando...
e... opsss... scusatemi per la grafica o i difetti del blog ma tecnologia e magalì non vanno ancora molto d'accordo...
se poi vi va di lasciare un segno del Vostro passaggio, con un commento, sarebbe molto carino e gradito...

lunedì 30 novembre 2015

bracciali ciondoli e collarini con pepite …


eccomi qui… come promesso nel post precedente, oggi vi parlo di pepite… e vi mostro la mia raccolta di bracciali, collarini/girocolli e ciondoli… creati anche questi in occasione dei mercatini dell’estate appena trascorsa, di cui vi ho parlato qui e dei quali devo ancora recuperare le fotografie. Chissà magari riuscirò a farlo entro Natale, ma non vi assicuro nulla... però ci provo… promesso  ;-)))
Personalmente trovo queste pepite proprio adatte per un tocco dorato sotto l’Albero ma anche per la notte di Capodanno…. oro oro e ancora oro, giusto? e quindi cosa è meglio di una pepita? e perchè, già che ci siamo, non proviamo anche col bronzo?

vi lascio alle foto e lancio una piccola sfida: volete provare ad indovinare cosa si cela sotto l’oro?

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

bracciali ciondoli collarini con pepite

un piccolo aiuto: le mie pepite sono fatte con una materia prima naturale, a differenza dei legnetti del mare non la trovo proprio "sotto casa" e quindi io la compro e la trasformo poi in pepite d'oro, ma è ugualmente un prodotto reperibile in natura (tanto per cambiare! come per molte altre mie creazioni tipo le barche a vela, i portachiavi da parete, la damigiana affamata e parecchie altre cose che ancora devo mostrarvi) anche se non è particolarmente difficile capire cosa siano di per se, prima del mio trattamento, queste preziose pepite hanno una certa particolarità,
riuscite a scoprire quale?

* * *   un abbraccio   * * *

* * *

comunicazione tecnica: come sempre le foto durante il caricamento e i vari passaggi dai miei file a picasa/picmonkey/flickr perdono di messa a fuoco e lucentezza che, in questi lavori con l’oro si nota più che mai…. spero comprenderete che è impossibile riuscire a “sistemarle” meglio… io le vedo perfette (o quasi) fino a quando non le carico in blogger ed è solo in quel momento, finale, che purtroppo succede il patatrac! peccato…

venerdì 27 novembre 2015

ancora qualche ciondolo colorato e dorato…


nati inizialmente come un’idea estiva ora mi ispira mostrarveli per un paio di motivi, anzi tre…
la prima cosa è che a me personalmente piacciono tantissimo anche sopra i dolcevita… forse di più... secondo potrebbero essere una bella idea regalo ora che ci avviciniamo al Natale (anche troppo velocemente per i miei gusti ma... avete notato le varie novità nei gadget del blog? ve ne parlerò senz’altro e più dettagliatamente nei prossimi post) e per finire, il terzo motivo, così come i precedenti, che trovate qui, semplicemente sono abbinabili allo smalto delle mani e un po’ di sana vanità condita con quel tocco di femminilità per distinguersi…. ogni tanto non guasta… (e lo dico soprattutto per me stessa che so sempre essere "orso" quando basta) in più dato che sono tutti particolarmente brillocchiosi…. direi che sono l’ideale anche per Capodanno!!!

Vi lascio alle foto… tanto per cambiare sono tante ma… non sono nemmeno tutte!
(e per quanto ci perdo le ore a prepararle, fidatevi: non rendono merito ai manufatti ;-))) )

ecco i gruppi di quelli più piccoli

ciondoli smaltati colorati

ciondoli smaltati colorati

poi leggermente più grandi, come quelli nella prima foto di copertina

ciondoli smaltati colorati

ciondoli smaltati colorati

e per finire qualche foto in primo piano

ciondoli smaltati colorati


ciondoli smaltati colorati

ciondoli smaltati colorati

ciondoli smaltati colorati

ciondoli smaltati colorati

ciondoli smaltati colorati

ciondoli smaltati colorati

ciondoli smaltati colorati

ciondoli smaltati colorati

Un abbraccio e vi anticipo che nel prossimo post parleremo di… pepite d’oro!!!

! ! !   Buona Serata a tutti voi   ! ! !

* * *

domenica 22 novembre 2015

è arrivato il freddo !


tanto per cambiare il tempo è volato via… e i fattacci delle ultime settimane non mi hanno di sicuro aiutato a scrivere... però… e qui è davvero dura per me trovare le parole più giuste, ci sarebbe da scrivere un libro infinito ma per farla breve, dato che sono molto tormentata e anche dubbiosa riguardo tutto quel che è capitato, dico solo, mooooolto stringatamente, che la Vita deve deve DEVE avere la priorità su tutto!
La Vita e le cose belle e anche quelle frivole e le nostre stupide abitudini e tanto tanto altro ancora...  quindi... eccomi qui...
per dare il benvenuto al freddo (benvenutoooo??? settantacinque maglioni addosso, quattordici coperte nel letto, termo a palla, geloni per tre mesi almeno e tu osi dire BENVENUTO????) ssssst … scusate, fate finta di nulla… ogni tanto il mio alter ego appare e non riesco a fermarlo (e sto giro non è che abbia poi tutti i torti, vero?)...
dicevo... il freddo è dunque arrivato…. e si è fatto proprio sentire di colpo... almeno, qui in riviera oggi pomeriggio un botto di vento gelido, stamattina c’era ancora un sole estivo e poi…. tuoni fulmini e saette accompagnati da un’arietta che farebbe invidia al Polo Nord... e così, seppur velocemente ho il piacere di mostrarvi una seria di caldi scaldagola preparati per l’occasione… tutti molto semplici ma coloratissimi... un pò per contrastare la stagione e un po’ perché magalì ama i colori… aiutano la fantasia e l’umore…

Vi lascio alle foto… ce ne sono davvero per tutti i gusti...

scaldagola colorati
un classico grigio-beige

scaldagola colorati
bianco a costine piccole

scaldagola colorati
particolarmente morbidoso per questo bordeaux con doppia versione
con "taglio" centrale per una migliore vestibilità
scaldagola colorati

scaldagola colorati
due pensierini per le amiche di blog...

scaldagola colorati
questo blu indossato semplice e...

in compagnia
scaldagola colorati

scaldagola colorati
ancora un paio di foto di gruppo
scaldagola colorati

e per concludere un terzetto molto delicato nei colori 
scaldagola colorati


vi sono piaciuti?
spero di sì e... alla prossima... per altri colori e calori...
e per maggiori dettagli sui punti utilizzati. Vi anticipo però che uno di quelli presenti in queste foto è stato fatto con il mio nuovo punto, ve lo ricordate? e lo avete riconosciuto?

! ! !   Buona Serata  a tutti voi ! ! !

* * *

sabato 7 novembre 2015

lampada magica e altre iscritte…

il mio angolino virtuale cresce, piano piano, lento lento, ma la mia finestra sul mondo cresce...
Oggi ho infatti il piacere di ringraziare altre nuove iscritte:
Myriam di Crea divertendo 
Barbara (alla quale chiedo perdono in anticipo ma non sono riuscita a trovare l’indicazione di alcun blog per segnalarlo qui, se lo hai e me lo comunichi provvedo ad aggiornare il post)

Felicissima della Vostra presenza e di far parte delle Vostre letture, mi fate onore. Grazie! davvero grazie di tutto Cuore…

e poi volevo comunicare a voi tutti che finalmente ci sarà la Pace nel Mondo, avete presente quella sempre nominata da ogni miss di turno? ecco quella! e sapete perché? perché sono (fortunatamente) venuta in possesso di una specialissima Lampada magica, sì sì proprio quella dei tre desideri… quella da sfregare…col genio e la nuvoletta di fumo… non ci credete? eccola


ironia a parte… devo, ma sempre più con piacere che per dovere, fare un altro grande ringraziamento a Fabiola del blog Pinkg per avermi fatto dono (quidi questa fantastica opportunità e quindi di … udite udite! venghino signori venghino! non uno, non due ma ben tre desideri !
Veniamo al sodo e vi dico già che io, a differenza della mia predecessora (si diceeee? word non da errore? e nemmeno blogger?!?! è corretto? ooohhh... non so se crederci o se il mio pc ha finalmente capito chi comanda! eheheh da non credere… si sta adattandomi ? lui si adatta a me? e alle mie parole nuove? no, è impossibile! già un lui che si adatta ad una lei, scusate i facili preconcetti, ma la vedo dura! poi il mio, ripeto MIO pc, non so se mi spiego!, che si adatta a me? naaaaaaa…. sto sognando…. decisamente … tra geni della lampada, desideri da poter esaudire, pc che funziona, ora cado dal letto prendo una botta e mi sveglio, dalla felicità! ) 
proviamo a tornare lucidi... stavo appunto dicendo che io, a differenza di chi mi ha preceduta, li userò tutti… anche se esisterebbe un trucchetto, tramandatomi da un mio vecchio amico, che recita più o meno così:
(le premesse son le stesse: lampada - genio - tre desideri) …
“tre desideri io? davvero? ma grazie genio, grazie infinite, ma a me ne basta uno”
“uno solo?” dice il genio alquanto stupito….
“sì sì solo uno”
"ma sei sicuro? uno e basta?!
" sìììììì ....uno, uno solo!"
“va bene, sentiamo allora, quale sarebbe?”
“poter esaudire tutti i desideri che voglio!”
non ho mai capito se il mio amico era furbetto o solo un po’ bevuto…
ad ogni modo io sarò onesta e non ne approfitterò, però li uso tutti! eccoli qui i miei desideri:
primo: va bene, forse chiedere la pace nel Mondo è un po’ esagerato, per quanto mi piacerebbe sul serio vedere che finalmente capissero quanto meglio sarebbe se mettessero dei fiori nei loro cannoni!!! purtroppo però credo serva più un Miracolo di quelli tosti che non un genio della lampada…. ma io sono la solita ottimista sognatrice, utopista se volete, e quindi un po’ di pace in terra per gli uomini di buona volontà la chiederei volentieri….. quel giusto po’ di serenità e tranquillità per le buone persone, per la brava gente che si spacca la schiena tutti i giorni al lavoro, per la famiglia, per i figli, per tirare avanti insomma…. e anche per tutti quelli che si spaccano a cercarlo un misero lavoro e purtroppo non lo trovano…. insomma per tutti gli uomini e le donne oneste e volenterose, qualcosa per cui poter sorridere ogni giorno;
secondo: anche se mi considero molto fortunata per tutto quello che la Vita mi ha riservato fino ad ora, qui sarò venale, veloce e concisa: tanti soldi per godersi la salute! che senza quella facciamo tutti poca strada ;-) =))) pssss, ehi signor Blogger servirebbero le faccineeeee!!!
e per finire il terzo: come sapete ho un bimbo ancora relativamente piccolo….. e quindi uno dei desideri, il dulcis in fundo, lo riservo a Lui e solo a Lui…. ma non scrivo nulla, sia il genio che il Buon Dio sanno già cosa desidero a riguardo….
e con la lacrimuccia ancora negli occhi, che ci volete fare… sono un’inguaribile emotiva, Vi lascio le poche regole che vanno ricordate per il passaggio della lampada:
- usare la stessa immagine;
- citare l'ideatrice del tag: Racconti dal passato (qui il post di partenza);
- ringraziare chi ci ha regalato la lampada;
- citare altri 5 o più blog;
ed esprimere tre desideri, ovviamente…
mumble mumble… questo fatto, questo anche, quest’altro pure… cosa manca? ah sì il passaggio di consegne! ecco allora i miei nomi: 
Daniela - Decoriciclo 
Betta - BettaScrap 
Sabrina - Sciccoserie 
Nella - Rock Music Space 
Carmela e Davide – Pyros & Patch 

scusate mi sono un po’ allargata, ma il mio numero del momento è il 7 e quindi...

* * *
à bientôt
bonne journée a tous
* * *

giovedì 5 novembre 2015

sciarpe a catena e racconto del mio nuovo punto!


come avete visto sono la solita estremista… o troppo o niente….. o sempre o mai…. ma le vie di mezzo? le vogliamo imparare ad usare ogni tanto o no?
mi sa di no…. mi sa che per me ormai è troppo tardi….. e quindi, visto che per ora va così e continuo a trovare mucho tiempo for mon blog , uhh mamma ora straparlo pure!!! sarà la stanchezza…. che poi “mucho” …. parolone, diciamo che riesco a ritagliarmi qualche oretta ogni tanto e allora ne approfitto… quindi, dopo la sciarpona a stelle, vi mostro un altro dei miei lavori unci-sciarposi…..
Tutto nasce dalla voglia di provare un punto… anzi di creare un punto, dato che me lo sono inventata! ma invece anche no !!! nel senso che ovviamente ho scoperto l’acqua calda: esisteva già e chissà da quanto… ma io non lo sapevo e quando ho iniziato l’esperimento, volendo semplicemente alleggerire il lavoro fatto tutto a punto basso perché con i barattoli-contenitori-riciclosi mi veniva utile, avendo voglia e bisogno di minor compattezza, insomma mi è uscito questo punto, per me tutto nuovo, e mi è pure piaciuto un sacco!! tanto da continuare ad usarlo per parecchie cose (borse, manici, scaldagola, mezzi-guanti, ecc.) poi pian piano…. vedi qui, guarda lì, curiosa là…. alla fine il punto è stato scoperto!
da chi non lo so…. però insomma esiste ed ha pure un nome: punto tela, che naturalmente a me non piace granchè (il nome) ma … così è!
però scusate eh, miei cari inventori di punti all’uncinetto, ma punto magalì non sarebbe più carino?!? ;-))) ovviamente scherzo, non mi reputo ne così innovativa ne un’inventrice di punti, anzi con l’uncinetto ho iniziato solo seguendo schemi, perciò… lungi da me tanta presunzione… spero si capisca l’auto-ironia… anche perché per provare provo, ci manca, sperimento pasticcio mastruzzo sferruzzo... ma non sapete quanti obbrobri prima di arrivare al dunque!
Ad ogni modo in questa occasione invece è stato facile e la prova è riuscita al primo colpo! la lavorazione consiste semplicemente nel ripetere un punto basso e una catenella e al giro successivo alternare la lavorazione facendo la catenella volante sopra il punto basso del giro precedente e puntando il punto basso all’interno del vuoto creato dalla catenella sottostante…
chissà se mi son capita solo io? mi sa di sì... provo così

– x – x – x – x –
x – x – x – x – x
– x – x – x – x –

i trattini rappresentano le catenelle e le “x” sono i punti bassi. va un po’ meglio? va beh... diciamo che provo a consolarVi con le foto...  

sciarpa a catena

sciarpa a catena

sciarpa a catena

sciarpa a catena

sciarpa a catena

Torniamo alla sciarpa… l’anno scorso mentre portavo avanti, a pezzi e bocconi, il cardigan grigio, per staccare e distrarmi un po’ dalle simpatiche quanto ripetitive piastrelle, mi sono appunto cimentata in questo provino e mi è venuto talmente bene ma talmente bene (e cosa ci vorrà mai?!?!? punti bassi e catenelle!!! ;-))) ) che l’ho tenuto, l’ho unito in cerchio e poi ne ho fatto un altro e un altro ancora e ancora uno e poi di nuovo e alla fine… et voilà…eccotela lì: la sciarpa a catena! quasi da non credere… magia delle magie una sciarpa luuuuunga lunga… un po’ come i miei post e le mie mail… io che invece adoro la sintesi (sul serio!) continuo a fare scaldagola semplici e coooorti… (abbiate fiducia che prima o poi arrivano…) tanti colorati e caaaaldi!
Questa sciarpa invece è un po’ diversa dal solito, particolare… sarà che ultimamente non amo molto le classiche sciarpe ma ho la predilezione, appunto, per i più pratici scaldacollo, oppure mi attirano quelle con una lavorazione atipica, con un traforato originale, strane insomma, come me!… e questa rispecchia sia l’inusuale che il comodo , perché, come vedete dalle foto, anche se di fattura singolare, è facilmente annodabile: basta infilare una estremità dentro un anello nel punto preferito ed è fatta! si può anche usare tutta arrotolata, sempre fissandola semplicemente con anello dentro anello, oppure lasciare lunga e aperta in caso di caldo improvviso… e poi… particolare nel particolare: si può anche usare a mo’ di cinta su un abito/tunica…

sciarpa a catena

sciarpa a catena

sciarpa a catena

sciarpa a catena

sciarpa a catena

sciarpa a catena

sciarpa a catena

sciarpa a catena

Inoltre questo modello a catena, proprio perché composta da tanti elementi, può avere molteplici versioni: stile arlecchino/arcobaleno, con tanti colori diversi per ogni anello, oppure può essere lavorata a tinta unita con tutti gli anelli uguali, o ancora con gli anelli più larghi o più sottili, o magari di diverse lunghezze... un’altra alternativa possibile è quella con gli anelli fatti a tricotin (hhmmm mi sa che sarà il mio prossimo esperimento) che assomiglia ancora di più ad una catena vera e propria… insomma le possibilità anche qui, come per quasi tutte le cose che presento, sono davvero infinite… fantasia e un po’ di lana possono fare piccoli miracoli…

a Voi è piaciuta quest’idea?

 ! ! !  un abbraccio grandissimo   ! ! !

* * *